Menu

News:

Metering, il contatore acqua ultrasonico SmartIO di SIT ottiene la certificazione MiD: ne attesta l’estrema accuratezza di misura

Giugno 26th, 2024

Padova/Lisbona, 26 giugno 2024 – SIT, multinazionale quotata al segmento Euronext Milan che crea soluzioni intelligenti per il controllo delle condizioni ambientali e per la misurazione dei consumi, ha ottenuto, tramite la controllata JANZ, la certificazione MID – Measuring Instrument Directive – per il contatore acqua residenziale ultrasonico SmartIO, caratterizzato dal più alto livello di precisione sul mercato (R1000). Il certificato MID è valido in Europa ed in UK ma riconosciuto anche in altri Paesi extra UE e garantisce l’accuratezza e l’affidabilità dello strumento di misura (il contatore).

“La certificazione attesta che SmartIO può sostanzialmente contare ogni singola goccia d’acqua – ha sottolineato Gianpaolo Anselmi, responsabile della business unit Water Metering del gruppo SIT – “la capacità di misurazione è storicamente un punto di forza di SIT, ed è estremamente importante perché contribuisce alla gestione e all’uso sostenibile della risorsa naturale. Ricordiamo che in Italia circa il 40% degli sprechi d’acqua (il doppio della percentuale europea) è causato anche da una rete idrica obsoleta e, se per migliorare questo dato abbiamo bisogno di infrastrutture migliorative, con un contatore accurato il consumatore può già fare tanto per evitare sprechi d’acqua”.

SIT riceve il Premio Marisa Bellisario come “Azienda Work Life Balance Friendly”

Giugno 12th, 2024

Padova/Roma, 12 giugno 2024 – SIT, multinazionale quotata al segmento Euronext Milan, leader nel settore del riscaldamento residenziale e dei contatori smart che crea soluzioni intelligenti per il controllo delle condizioni ambientali e per la misurazione dei consumi, ha ricevuto il prestigioso premio “Azienda Work Life Balance Friendly” istituito dalla Fondazione Marisa Bellisario in collaborazione con Confindustria, giunto quest’anno alla VIII edizione. Il riconoscimento – l’iconica Mela d’Oro – verrà consegnato al Presidente e Amministratore Delegato di SIT, Federico de’ Stefani, durante la cerimonia di premiazione della 36a edizione del Premio Marisa Bellisario che si terrà venerdì 14 giugno 2024 presso il Parco del Colosseo a Roma.

Il premio è rivolto alle grandi imprese che si siano distinte nel campo della parità di genere e nella valorizzazione del ruolo delle donne nell’azienda e nell’economia, attuando politiche concrete e innovative. La Commissione del Premio, presieduta da Gianni Letta e con la partecipazione, insieme alla Presidente della Fondazione Bellisario Lella Golfo di rappresentanti di Confindustria e del mondo dell’economia, delle istituzioni e dell’informazione, ha esaminato le numerose candidature arrivate e proclamato SIT vincitrice.

“Siamo estremamente orgogliosi di ricevere questo premio così significativo dalla Fondazione Marisa Bellisario e da Confindustria”, ha dichiarato Federico de’ Stefani, imprenditore di seconda generazione alla guida del gruppo SIT. “In SIT innovazione e parità di genere vanno di pari passo: il 57% dei nostri collaboratori è donna, abbiamo tante misure a sostegno del benessere dei dipendenti, dell’equilibrio vita lavoro fino al supporto del talento e delle comunità dove siamo presenti. Mettere le persone che lavorano con noi in condizione di esprimere il proprio potenziale è un obiettivo strategico, elemento essenziale alla base di una cultura aziendale unica e non replicabile”.

ESG, per EcoVadis SIT è Gold, tra il 2% delle imprese più sostenibili al mondo

Maggio 8th, 2024

Padova, 8 maggio 2024 – SIT è tra le aziende eccellenti in materia di sostenibilità. Lo conferma l’ottenimento del rating Gold di EcoVadis, nel quale rientrano solamente il 5% delle aziende a livello globale, percentuale che scende al 2% se si prende in considerazione che il gruppo guidato dall’AD Federico de’ Stefani si posiziona nel 98° percentile delle aziende valutate da EcoVadis, la più importante società internazionale di valutazione della responsabilità sociale d’impresa (in tutto più di 130mila).

Con un punteggio complessivo di 77/100 (in miglioramento di 14 punti rispetto all’anno precedente) il livello di performance di sostenibilità è stato giudicato “avanzato1”. Nel dettaglio, il gruppo SIT ha ottenuto punteggi di 80/100 per le categorie “Ambiente” e “Pratiche Lavorative e Diritti Umani” e di 90/100 per quanto riguarda la categoria degli “Acquisti sostenibili” – risultati che, nel suo settore di attività, posizionano SIT nell’1% delle aziende più sostenibili.

Chiara de’ Stefani, Corporate Sustainability Director di SIT, ha dichiarato: “In un contesto internazionale di alto livello, è con orgoglio che riceviamo il rating Gold da parte di EcoVadis, a coronamento del percorso avviato e della perseveranza nel realizzare gli obiettivi che ci siamo posti con il nostro Piano di Sostenibilità – Made to Matter. Questo attestato è una ulteriore conferma della nostra capacità di visione e della forza di perseguire il cambiamento, anche e soprattutto in un momento di transizione come il 2023. Dimostra che SIT è un’azienda di riferimento nella gestione della Sostenibilità, al centro della trasformazione di un intero settore verso prodotti, processi ed innovazioni che sono necessari per raggiungere gli obiettivi green alla base della transizione energetica ed ecologica. Siamo riconosciuti come il partner di riferimento per la creazione di soluzioni per l’efficientamento energetico e la tutela delle risorse naturali. Ambiente, diritti e sostenibilità per noi non sono parole, sono un impegno quotidiano”.

SIT S.p.A., nel 2023 i ricavi consolidati superano i 326 milioni di Euro

Aprile 24th, 2024

Highlights

SIT S.p.A., nel 2023 i ricavi consolidati superano i 326 milioni di Euro

Vigorosa crescita della divisione Metering (+22,2%)

Nel 2023 SIT ha conseguito:

  • ●  Ricavi consolidati pari a Euro 326,3 milioni (-17,0% rispetto al 2022);
  • ●  Vendite della Divisione Heating & Ventilation per Euro 234,0 milioni (-25,8% rispetto al

    2022);

  • ●  Vendite della Divisione Metering per Euro 88,6 milioni (+22,2% rispetto all’esercizio

    precedente), di cui vendite Smart Gas Metering per Euro 60,0 milioni (+24,0%) e Water

    Metering per Euro 28,6 milioni (+18,5%);

  • ●  EBITDA adjusted consolidato pari a Euro 29,0 milioni (-38,5% rispetto 2022);
  • ●  Risultato netto adjusted consolidato negativo per Euro 0,3 milioni contro un utile netto

    adjusted di Euro 10,9 milioni del 2022;

  • ●  Svalutazione dell’avviamento Heating & Ventilation per Euro 17,0 milioni rilevato in sede di

    rendicontazione semestrale alla luce dello scenario previsto nel settore;

  • ●  Risultato netto consolidato pari a Euro -23,4 milioni contro un utile di Euro 11,2 milioni del

    2022;

  • ●  Cash flow operativo del 2023 pari a Euro -14,9 milioni dopo investimenti per Euro 23,0

    milioni;

  • ●  Posizione finanziaria netta pari a Euro 153,7 milioni contro Euro 130,5 milioni al 31 dicembre

    2022.

    Nel quarto trimestre 2023 i risultati sono:

    • ●  Ricavi consolidati pari a Euro 84,2 milioni, -18,2% rispetto allo stesso trimestre 2022;
    • ●  Vendite della Divisione Heating & Ventilation per Euro 57,9 milioni, -28,1% rispetto al

      quarto trimestre 2022;

    • ●  Vendite della Divisione Metering per Euro 24,7 milioni, +16,8% rispetto al quarto trimestre

      2022, di cui vendite Smart Gas Metering per Euro 15,5 milioni (+1,0%) e Water Metering per Euro 9,1 milioni (+58,7%).

      Perfezionata la rinegoziazione con i principali finanziatori nel contesto della quale il socio di maggioranza Technologies S.A.P.A. di F.D.S. S.S. ha erogato un finanziamento soci di Euro 5 milioni.

SIT a MCE Expocomfort con soluzioni per il riscaldamento residenziale elettrico, la ventilazione meccanica e la combustione

Marzo 11th, 2024

Lo stand SIT (E21-E29, Hall 1) è dedicato a soluzioni “Building Blocks” a supporto della transizione energetica Il 13 marzo alle 17:30 SIT e Panasonic Industry presenteranno in anteprima mondiale il ventilatore whisper TECH450 per pompe di calore residenziali

Padova, 11 marzo 2024 – SIT, leader mondiale nella creazione di sistemi intelligenti per il controllo delle condizioni ambientali e per la misurazione dei consumi in ottica di sostenibilità ambientale, è pronta ad essere ancora una volta protagonista della fiera MCE – Mostra Convegno Expocomfort, dal 12 al 15 marzo ai padiglioni della Fiera di Milano a Rho, alla quale partecipa con la sua divisione Heating & Ventilation. In fiera la multinazionale esporrà soluzioni “componibili” che integrano le tecnologie necessarie (ventilatori, elettronica, sistemi di controllo della combustione) per le applicazioni come caldaie ibride, a idrogeno, pompe di calore e apparecchi di ventilazione. Ad accomunare le soluzioni, l’obiettivo di compiere un ulteriore passo nel percorso di SIT verso l’offerta di soluzioni per apparecchi elettrici sostenibili, a supporto della transizione energetica.

I prodotti SIT in esposizione – oltre al ventilatore whisperTECH450 per pompe di calore residenziali sviluppato in sinergia con Panasonic Industry che debutta proprio a MCE e che rappresenta per SIT un vero e proprio ingresso in un nuovo settore (si veda qui il comunicato stampa dedicato e l’invito per la stampa alla presentazione) – sono divisi in soluzioni per il riscaldamento e soluzioni per la ventilazione meccanica.

oluzioni Heating

● Flexa Pro è la soluzione SIT che unisce la flessibilità di un controllo elettronico della combustione alla forza di un sistema basato sulla misura dei flussi sia di aria che di gas, con i vantaggi di un pacchetto gas adattivo. I tempi di sviluppo del singolo apparecchio sono molto brevi perché gli algoritmi di controllo della combustione si basano sulle misurazioni delle portate reali e non sulla mappatura del comportamento dello specifico hardware con diversi gas. Questa combinazione di caratteristiche consente l’applicazione dei controlli elettronici di combustione negli apparecchi commerciali e professionali.

● Flexa Iono: soluzione SIT per applicazioni premix con controllo elettronico della combustione basato sulla tecnologia Plasma Pulse. Permette di realizzare apparecchi gas adattativi, con velocità di modulazione superiore a 1:10, in grado di funzionare con gas della II, III famiglia e miscele di idrogeno fino al 30%. Il sistema può adeguarsi in base al tipo di gas, adattandosi alle caratteristiche dell’impianto e compensando l’invecchiamento dei componenti. Inoltre, utilizzando uno specifico kit di conversione, gli apparecchi che adottano Flexa Iono possono bruciare idrogeno puro.

● Flexa H2 è un controllo elettronico della combustione per idrogeno puro. Partendo da un apparecchio che adotta Flexa Iono, sarà sufficiente applicare un kit di conversione comprendente, oltre al bruciatore e al sensore UV, anche il mixer sensorizzato.

La scheda elettronica di Flexa Iono incorpora già gli algoritmi Flexa H2 dedicati all’idrogeno. I sensori nel miscelatore sensorizzato misurano sia i flussi di aria che di gas, consentendo un controllo molto preciso e sicuro della combustione dell’idrogeno.

La conversione dai gas standard all’idrogeno puro può essere effettuata sul campo senza alcuna operazione manuale.

Soluzioni per la ventilazione meccanica

SIT presenta a MCE le soluzioni per la ventilazione meccanica residenziale. Queste includono:

    • ●  il ventilatore centrifugo a pale indietro
    • ●  elettronica di controllo della macchina
    • ●  interfacce utente
    • ●  sensori e strumenti di supporto per l’R&D, la produzione e l’installatore.

Gli apparecchi di ventilazione meccanica controllata consentono lo scambio di aria filtrata a beneficio della salute delle persone e delle case nonché lo scambio energetico per aumentare l’efficienza termica degli edifici.La stampa interessata a partecipare all’anteprima mondiale di whisperTECH450, il nuovo ventilatore per pompe di calore residenziali che SIT presenterà assieme a Panasonic Industry che si terrà il 13 marzo alle ore 17:30 nello stand di SIT (E21-E29, Hall 1), è pregata di inviare l’accredito entro e non oltre il 12 marzo all’indirizzo: sit-group@twin.services

SIT punta a crescere nel mercato delle cappe aspiranti con una joint venture dedicata: nasce SIT MBT

Dicembre 14th, 2023

● Il mercato europeo delle cappe per cucine (installazioni annue pari a circa 8 milioni1 di pezzi) è previsto in accelerazione grazie all’upgrade delle etichette energetiche UE che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2025

● La discontinuità tecnologica sarà una opportunità per SIT: tutti i produttori di cappe, piani aspiranti ad induzione e cucine dovranno adeguare i propri prodotti per rispettare la nuova normativa

● La produzione ed il centro di competenza di SIT MBT sarà in Italia, nello stabilimento di Montecassiano nel pieno del distretto di cappe e cucine nelle Marche

● L’operazione è strategica per SIT e costituisce un ulteriore sviluppo nell’elettrificazione. SIT, infatti, prevede di realizzare il 30% ca. dei ricavi futuri nella Ventilazione

Padova, 14 dicembre 2023 – SIT continua il percorso strategico di sviluppo nell’elettrificazione: a poche settimane dall’annuncio della partnership con Panasonic e l’ingresso nel mercato delle pompe di calore, la multinazionale leader mondiale nell’Heating & Ventilation ha creato una Joint Venture dedicata al mercato delle cappe aspiranti. Si tratta di una operazione industriale strategica: SIT MBT vuole porsi come leader europeo nella progettazione e produzione di ventilatori per cappe da cucina, per piani aspiranti ad induzione e per stufe a pellet attraverso lo sviluppo di prodotti innovativi ad alta efficienza energetica e la loro customizzazione alle esigenze specifiche dei clienti, grazie alle competenze tecnologiche del centro di eccellenza di Montecassiano.

Obiettivi – Il primario obiettivo della JV è di cogliere con tempestività le opportunità che emergeranno nei prossimi mesi, legate in particolare all’entrata in vigore, a partire da inizio 2025, della nuova normativa europea sulle etichette energetiche per cappe di aspirazione e piani aspiranti per cucine. La nuova società vuole affermarsi nel mercato italiano ed europeo come un player indipendente con storico track record, un management team riconosciuto e affidabile, un centro di competenza R&D di eccellenza e produzione in Italia, nelle Marche, al centro del distretto delle cappe e delle cucine, al fine di dare il qualificato supporto tecnologico ai più importanti produttori europei di cappe di aspirazione per cucina e piani aspiranti.

Struttura – Nella joint venture denominata “SIT-MBT Srl” affluiranno lo spin-off del segmento di business di SIT SpA dedicato alla ventilazione e componentistica per cappe e pellet e il 100% della start-up innovativa Motors & Blowers Technology Srl (MBT), che ha sede nella provincia di Ancona, avviata da Gian Luca Uncini e Riccardo Massili, affermati e riconosciuti manager con lunga esperienza nel settore Ventilation ed in particolare nel segmento delle cappe. A completare la

1 Dato 2021, fonte: CSIL 2022, Euromonitor, GFK.

1

COMUNICATO STAMPA

struttura della JV la presenza Wentelon2, partner fornitore di motori per ventilazione, che, con i suoi stabilimenti cinesi “state of the art”, assicurerà tecnologia e competitività a SIT MBT.

SIT MBT sarà partecipata al 70% da SIT ed al 30% da Wentelon e dai managers.

In particolare, SIT SpA apporta un business avviato e lo storico stabilimento produttivo del gruppo a Montecassiano (Macerata) che diventerà il Centro di Eccellenza di SIT MBT combinando le attività di progettazione, R&D e innovazione e produzione, con un team complessivo di circa 35 persone. Lo stabilimento è attrezzato con collaudati laboratori, dove spicca la presenza di una camera semi anecoica certificata, linee di produzione già attive, competenze tecniche e maestranze formate.

Le relazioni con il mercato di riferimento saranno rafforzate grazie all’ingresso nel Management Team di Gian Luca Uncini che assumerà il ruolo di Direttore Commerciale e Riccardo Massili in qualità di Direttore Tecnico. I nuovi manager gestiranno una struttura pronta ad offrire innovazione tecnologica e prodotti personalizzati e snella, reattiva e veloce al fine di adattarsi rapidamente alle mutevoli esigenze del mercato europeo.

Federico de’ Stefani, Presidente e Amministratore Delegato di SIT SpA, ha dichiarato: “Nel nostro disegno strategico un importante driver di crescita è l’ingresso nel mercato delle pompe di calore e lo sviluppo ulteriore della nostra posizione nella ventilazione. A distanza di poche settimane abbiamo con grande soddisfazione centrato questi due obiettivi prima con la partnership con Panasonic, e ora con l’operazione SIT MBT, che ho il piacere di annunciare oggi. Il mercato delle cappe aspiranti costituisce un importante pilastro di diversificazione del gruppo nell’ambito della Ventilazione, che ora trova una collocazione anche a livello organizzativo, accanto al business dell’Heating, proprio per le opportunità che può esprimere nel breve-medio termine. SIT MBT si inserisce quindi in una roadmap ben delineata le cui tappe di sviluppo contribuiranno alla crescita della SIT futura”.

Walter Albè, responsabile della Business Unit Heating & Ventilation di SIT, ha aggiunto: “Siamo pronti per cavalcare il momentum che si creerà nel mercato a seguito della discontinuità tecnologica provocata dalla transizione verso i più stringenti requisiti di efficienza energetica definiti dalla normativa ECOlabelling che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2025. Siamo già in contatto con produttori e clienti a cui stiamo presentando l’ampio portafoglio prodotti ad alta efficienza e customizzazione che stiamo sviluppando e il nostro team dedicato di assistenza e supporto, centrale in una fase di cambiamento normativo e tecnologico. Ci presentiamo, quindi, al mercato come un operatore indipendente già posizionato per essere il punto di riferimento tecnologico dei player di settore”.

SIT svela ad Enlit Europe il contatore acqua residenziale ultrasonico “SmartIO” per il mercato europeo

Novembre 28th, 2023

A Parigi il gruppo presenterà per la prima volta il nuovo prodotto frutto della collaborazione tra la controllata JANZ e il partner tecnologico GWF

Padova, 27 novembre 2023 – JANZ, società del gruppo SIT leader nel Water Metering, approda ad Enlit Europe – evento che coinvolge rappresentanti di utility, operatori di rete, fornitori, consulenti e start-up dell’intera filiera dell’energia, sia convenzionale che rinnovabile – con SmartIO, il nuovo contatore acqua smart per uso residenziale che utilizza tecnologia ultrasonica e una capacità di misurazione “best in class”, sviluppato in joint venture con GWF.

SmartIO è la risposta ad un problema globale di gestione efficiente della risorsa acqua e si inserisce in un settore che in Italia è atteso in crescita, guidato dalla sostituzione dei contatori installati con apparecchi smart. Secondo i recenti dati dell’ufficio studi di MeteRSit, in un solo anno in Italia sono state indette 29 gare d’appalto nel mercato del Water Metering per un valore complessivo di circa 250 milioni di Euro.

La sostituzione dei contatori meccanici con apparecchi smart non è al momento obbligatoria ma comunque importante e necessaria, visto che in Italia circa il 40% degli sprechi d’acqua (il doppio della percentuale europea) è causato anche da una rete idrica obsoleta. Il PNRR gioca un ruolo centrale in questo ammodernamento, con 900 milioni di Euro allocati per progetti di riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti. Altrettanto chiave per la “smartizzazione” della rete è l’uso della tecnologia di misura cosiddetta “ultrasonica”. Questa tecnologia che è la naturale evoluzione smart statica dei contatori acqua meccanici, può da sola contribuire in maniera determinante alla riduzione degli sprechi, aumentando al contempo la consapevolezza da parte del consumatore finale e permettendo agli operatori energetici di individuare tempestivamente le perdite.

SmartIO: i dettagli – SmartIO utilizza una tecnologia brevettata e innovativa e mantiene un elevato livello di precisione (fino a R1000) per tutto il ciclo di vita del prodotto, con bassi costi di manutenzione. Grazie alla tecnologia IoT, il contatore “dialoga” con il software proprietario MyWater contribuendo concretamente a ridurre gli sprechi d’acqua. Il primo target di SmartIO saranno le utilities, sia nel mercato iberico che nel mercato italiano, dove verrà commercializzato tramite MeteRSit, società del gruppo SIT leader nello Smart Gas Metering. Oltre a questi due principali mercati, SmartIO si rivolge anche alle utilities di altri Paesi Europei e completa la gamma di prodotti per il Water Metering, che comprende già “eRegister”, un contatore completamente integrato che combina in un unico prodotto la metrologia volumetrica con la tecnologia di comunicazione e “add-on radio module” che, applicato ai contatori meccanici tradizionali JANZ, consente di comunicare la misura, di fatto trasformandoli in contatori intelligenti.

Per quanto riguarda invece gli smart gas meters, MeteRSit presenterà ad Enlit Europe la nuova versione del misuratore statico Termomassico G4 con doppio canale di comunicazione Nb-Iot e 169MHz nato dalla collaborazione con un noto distributore di gas Italiano per ottimizzare la gestione delle letture privilegiate.

Panasonic Industry e SIT, partnership per il lancio di un nuovo ventilatore per pompe di calore residenziali

Novembre 23rd, 2023

L’accordo unisce la qualità giapponese dei motori Panasonic con la capacità di SIT di progettare soluzioni complete di ventilatori e di produzione con sede in Europa.

Padova, 23 novembre 2023 – Panasonic, azienda leader a livello mondiale nelle tecnologie HVAC, e SIT, multinazionale che crea soluzioni intelligenti per il controllo delle condizioni ambientali e per la misurazione dei consumi, annunciano di aver stretto una partnership per il lancio di una nuova soluzione completa di ventilatori per pompe di calore residenziali.

La collaborazione unisce la qualità e l’affidabilità dei motori di progettazione giapponese di Panasonic Industry con l’esperienza avanzata di SIT nella fluidodinamica e nei controlli dei motori per lo sviluppo di una soluzione completa di ventilatori progettata specificamente per le pompe di calore residenziali. La nuova applicazione – che sarà presentata congiuntamente al mercato a partire dall’inizio del 2024 – sarà adattata alle esigenze specifiche di ciascun produttore HP per garantire le migliori prestazioni, rumore ridotto al minimo e bassi consumi.

Il mercato delle pompe di calore in Europa ha raggiunto nel 2022 1,5 milioni di unità, in crescita rispetto a circa 1 milione nel 2021. Si prevede che il mercato continui il trend di crescita nei prossimi 5 anni con un CAGR del 20% trainato dal trend di elettrificazione del riscaldamento sostenuto dalle politiche della Commissione Europea. Si prevede, sempre nel mercato europeo, il lancio di una nuova generazione di pompe di calore in seguito all’adozione della nuova “politica” verde riguardante la regolamentazione F-Gas. Inoltre, i produttori europei di pompe di calore stanno investendo molto nello sviluppo di nuovi prodotti e nella localizzazione della loro catena di fornitura in Europa.

Federico de’ Stefani, Presidente e Amministratore Delegato di SIT ha dichiarato: “Questo accordo rappresenta una milestone per SIT in quanto accelera il nostro ingresso nel settore delle pompe di calore, supportando i nostri obiettivi di crescita nel mercato della ventilazione. La tecnologia di ventilazione, ambito nel quale prevediamo di realizzare circa il 30% dei nostri ricavi futuri, è il pilastro fondamentale della nostra transizione verso soluzioni di riscaldamento e controllo climatico senza emissioni di carbonio. La reputazione di Panasonic nella produzione di motori affidabili e di altissima qualità si allinea perfettamente con l’impegno di SIT nel garantire soluzioni di successo che soddisfino le esigenze tecniche dei produttori di apparecchiature originali (OEM “Original Equipment Manufacturer”). Integrando i motori Panasonic nei nostri apparecchi, saremo in grado di offrire una soluzione best-in-class ai nostri clienti presenti e futuri”.

“Siamo molto orgogliosi di avviare questa partnership con SIT, poiché entrambe le società condividono l’obiettivo di fornire soluzioni affidabili, sostenibili e all’avanguardia”, afferma Gerhard Scharf, Direttore della Divisione di Panasonic Industry Europe. “Oltre ai nostri noti compressori e pompe per applicazioni HVAC, i motori Panasonic Industry sono riconosciuti per la loro elevata efficienza e durata. Siamo quindi lieti di poter proporre questa nuova soluzione insieme ad un’azienda di elevato standing come SIT”.

Contatori acqua, in un anno indette 29 gare d’appalto per un valore pari a 250 milioni di Euro.

Novembre 20th, 2023

In Italia ci sono 21 milioni di contatori installati di cui solo il 17% è smart.

I dati emergono da un’analisi dell’ufficio studi di MeteRSit (gruppo SIT) che ha fotografato lo stato dell’arte del mercato dei contatori acqua in Italia. Un settore che può beneficiare di una grande spinta dal PNRR

La tecnologia degli applicativi “smart” è chiave per limitare gli sprechi. JANZ (business unit Water Metering del gruppo SIT) lancerà il contatore “SMARTIO” ad ENLIT Europe, che verrà commercializzato in Italia da MeteRSIT

Padova, 20 novembre 2023 – Sono 13,5 milioni i contatori acqua che in Italia potranno essere sostituiti nei prossimi anni con versioni digitalizzate. Su un totale di 21 milioni di contatori installati nel nostro Paese1 solo 3,5 milioni sono infatti smart (il 17% circa), ovvero contatori intelligenti che permettono di ricavare dati puntuali di consumo dell’acqua corrente.

I dati emergono da un’analisi, finora inedita, del mercato italiano del Water Metering a cura dell’ufficio studi di MeteRSit, controllata del gruppo SIT operante nel Metering (contatori smart gas e funzionanti anche con il 100% di idrogeno verde).
In joint venture con GWF, partner tecnologico svizzero,MeteRSit assieme a JANZ – società del gruppo SIT specializzata nel Water Metering – ha sviluppato SMARTIO, un nuovo contatore smart ad ultrasuoni per applicazioni residenziali che sarà presentato dal 28 al 30 novembre 2023 ad ENLIT Europe.

Quello del Water Metering in Italia è un settore che è atteso in crescita, guidato dalla sostituzione dei contatori installati con apparecchi smart. Una sostituzione al momento non obbligatoria ma comunque importante e necessaria, visto che in Italia circa il 40% degli sprechi d’acqua (il doppio della percentuale europea) è causato anche da una rete idrica obsoleta. Il PNRR gioca un ruolo centrale in questo ammodernamento, con 900 milioni di Euro allocati per progetti di riduzione delle perdite nelle reti di distribuzione dell’acqua, compresa la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti.

1 Dato aggiornato a luglio 2023. Dei 21 milioni, 4 sono contatori “sub metering”. Il sub-metering è la misurazione secondaria delle utenze tramite un sistema che consente a un proprietario, una società di gestione della proprietà, un’associazione di condomini, un’associazione di proprietari di case o altre proprietà multi-locatario di fatturare agli inquilini l’utilizzo individuale delle utenze misurate.

Il dinamismo del mercato italiano si percepisce anche dal numero di gare indette dalle

utility e dagli enti pubblici per assegnare questo tipo di contratti. I dati elaborati da

MeteRSIT rivelano che da agosto 2022 a settembre 2023 sono state effettuate 29 gare per

l’assegnazione di 2,7 milioni di contatori acqua2, per un valore totale di contratti assegnati 3

di circa 250 milioni di Euro .

Altrettanto chiave per la “smartizzazione” della rete è l’uso della tecnologia metrologica cosiddetta “ultrasonica”. Questa tecnologia, che trasforma in smart contatori acqua meccanici, può da sola dimezzare la percentuale di spreco, aumentando al contempo la consapevolezza da parte del consumatore finale e permettendo agli operatori energetici di individuare tempestivamente le perdite.

“Ad oggi solo il 20% circa delle utenze italiane ha uno smart meter installato, contro una media del 30% in Europa” ha dichiarato Gianpaolo Anselmi, responsabile della business unit Water Metering del gruppo SIT, “secondo le nostre stime, l’installato in Italia ha un’età media di 25 anni, ed è quindi pronto per un ammodernamento, che può contribuire a migliorare la gestione sostenibile della risorsa, assieme ad una consapevolezza civile che è ormai urgente. Siamo infatti tra i Paesi europei soggetti ad uno stress idrico medio-alto, in quanto utilizziamo, in media, tra il 30% e il 35% delle risorse idriche rinnovabili, a fronte dell’obiettivo europeo di efficienza che prevede di non estrarre più del 20% di quelle rinnovabili disponibili. In questo contesto – sottolinea Anselmi – la nostra roadmap di prodotti per la lettura precisa dei consumi idrici è strutturata e pronta per rispondere alle esigenze del mercato italiano ma anche europeo. Ecco perché il lancio di SMARTIO coincide con ENLIT Europe, dove mostreremo per la prima volta ai nostri clienti e partner il contatore ad ultrasuoni per applicazioni residenziali del mercato dell’acqua nato dalla collaborazione tra il gruppo SIT e GWF”.

SIT sceglie EcoVadis per consolidare la strategia di procurement sostenibile

Settembre 14th, 2023

Chiara de’ Stefani (Corporate Sustainability Director): “Si rafforza il nostro impegno per rendere la supply chain sempre più sostenibile”

EcoVadis valuterà il grado di sostenibilità della supply chain di SIT. Il processo di certificazione, in linea con l’impegno richiesto dalla UE per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, rientra nel Piano di Sostenibilità di SIT “Made to Matter”

Padova – Milano, 13 settembre 2023 – SIT, multinazionale quotata al segmento Euronext Milan di Borsa Italiana che crea soluzioni intelligenti per il controllo delle condizioni ambientali e per la misurazione dei consumi, ha affidato ad EcoVadis la valutazione del grado di sostenibilità della propria supply chain. Continua così il perseguimento degli obiettivi inseriti nel piano di sostenibilità di SIT “Made to Matter”; SIT si impegna concretamente, anche grazie alla valutazione da parte di EcoVadis della supply chain, a migliorare il grado di sostenibilità di tutta la sua catena del valore, obiettivo cardine del pillar “Made by Us” del piano di sostenibilità dedicato alla creazione di valore sostenibile di lungo termine per tutti gli stakeholders.

Un impegno che SIT assume nel rispetto delle proprie politiche ESG, ma anche in linea con le indicazioni dell’Unione Europea, soprattutto in relazione alla misurazione e riduzione delle emissioni di Co2, in ottemperanza degli obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite. Ne è dimostrazione anche l’ultimo regolamento dell’Unione Europea in vigore dallo scorso 17 maggio che ha ufficializzato l’introduzione del CBAM (Carbon Border Adjustment Mechanism), il meccanismo di tassazione alle frontiere delle emissioni di carbonio. È quindi necessario per le società trovare delle soluzioni che permettano di misurare la condotta di business della propria supply chain e di ingaggiare in un rapporto di comunicazione e confronto proattivo i fornitori, stakeholders sempre più importanti per l’azienda.

La collaborazione con EcoVadis si è consolidata con la mappatura, l’onboarding e l’assessment della supply chain, effettuata nei mesi scorsi, con l’obiettivo di avere il 50% dei fornitori strategici valutati entro il 2024 e il 75% entro il 2025, per poi espandere la valutazione di tutti i fornitori. Sulla base dei punti di forza e debolezza riscontrati o di potenziale rischio, EcoVadis suggerirà azioni di miglioramento e gli interventi da intraprendere sulla catena di fornitura. Per stimolare l’impegno, monitorare i progressi e garantire la massima trasparenza sulla dimensione di maturità della supply chain, SIT ha stabilito un programma di incentivi positivi sui traguardi raggiunti dai fornitori. Il progetto di procurement sostenibile di SIT è partito dal coinvolgimento dei fornitori strategici del gruppo in un percorso che prevede questionari di autovalutazione definiti da EcoVadis seguendo i più alti standard internazionali. Questo processo porterà all’adozione di codici di condotta sostenibili da parte di tutta la supply chain rendendo l’ecosistema di SIT attore proattivo nel cambiamento globale verso un business più sostenibile.

Menu